Home » L’ippopotamo triste e il pesce limone, allo zoo di Berlino

L’ippopotamo triste e il pesce limone, allo zoo di Berlino

da

Il leone me lo ricordo bene, prigioniero come un galeotto. La tigre cosi incerta e lo squalo poi, mi pareva un pesce fuor d’acqua. Taceva il pappagallo. La giraffa svettava a malapena e l’ippopotamo, rassegnato alla malinconia. Allo zoo di Berlino andai il 20 dicembre di qualche anno fa, un freddo cane in una città interessante come poche, dentro il parco animale più grande e con più specie al mondo.

Berlino è come i panzer, la metro e i crauti, puntuale e affidabile. Perfino la neve cade in orario. Indulgente, corre e aspetta chi resta indietro. Nell’immensa capitale tedesca, con cinque gradi sotto zero provai a cercare “Hannah Arendt Strabe”, l’autrice più cara a mia madre. Scovai quella strada con le scarpe ormai inzuppate di ghiaccio, a due passi dall’ultimo bunker di Hitler, segnato da un anonimo pannello.

Quel giorno allo zoo la meraviglia, a parte la cioccolata calda, fu il pesce limone, splendido e luminoso. Se provate a cercarlo su google vi spunta un elenco infinito di ricette a base di scorza di limone, ma per scoprire il pesciolino così raro, serviranno giorni di navigazione, tra gli oceani.

Related Videos

Lasciaci un commento